Wednesday, February 22, 2017

PALAZZO ITALIA NUOVO AMICO DELLA DANTE

WELCOME PALAZZO ITALIA!

We have a new member in our group "Amici della Dante": PALAZZO ITALIA


Palazzo Italia is a franchise business model dedicated to both the promotion of Italian style and culture and the sale of Italian products. Based in
5 Kingdon St, Newmarket, Auckland, you can join them for breakfast, lunch and dinner, cooking classes, events and much more.

By presenting your Dante Auckland Card you will be able to enjoy a special 10% discount on: 

Italian breakfast (coffee or cappuccino + sweet
Lunch and Dinner
Pizza + Drink
Products at retail (minimum spending 20$)
Cooking classes

Looking forward to seeing you there! 

For more info, follow the link: https://www.palazzoitalia.co.nz/

Wednesday, February 8, 2017

Un'intervista a Giancarlo De Cataldo

images

Last year, some of you were present at Auckland University, where author De Cataldo discussed his works and the symbiotic relations between crime fiction and its adaptation into films and TV productions. Here below you can find an interview done by Matteo with him. The interview is in Italian.
Buona lettura! 


Magistrato, traduttore, drammaturgo, autore di romanzi di grande successo e di sceneggiature cinematografiche e televisive, Giancarlo De Cataldo è un autore poliedrico vicino, e qui mi riferisco soprattutto alla sua capacità di lavorare con media differenti, più ad esempi americani che nostrani. Raggiunge il successo nel 2002 con Romanzo criminale, ma la sua produzione sterminata (che per esigenze di spazio vi invito a consultare qui) comprende anche moltissimi altri best-seller, l’ultimo, La notte di Roma, scritto a quattro mani con Carlo Bonini ed edito da Einaudi nel 2015. Attento scrutatore del mondo contemporaneo, Giancarlo De Cataldo ha la capacità rara, per chi come lui trae ispirazione dai capitoli più oscuri del nostro presente e del nostro passato, di riuscire a parlarne con lucida competenza ed invidiabile chiarezza.

1) Vorrei partire dall’oggi, e da quello che è successo alle elezioni americane di novembre. In un’intervista del 2009 a proposito del romanzo La forma della paura, che alcuni hanno definito “il primo thriller del mondo post-Bush” (La forma della paura, Giancarlo De Cataldo e Mimmo Rafele, Einaudi, 2009) dichiaravi che “la mitologia della paura ha condizionato fortemente i nostri ultimi anni. Ora però è stato eletto un Presidente americano che parla un linguaggio diverso”. Sono passati sette anni e a Barack Obama è subentrato Donald Trump. L’uscita dalla paura a cui accennavi ha lasciato il posto a scenari forse più angoscianti, perché meno prevedibili. Credi che sia di forme sempre rinnovate di paura che l’umanità senta oggi il bisogno di nutrirsi?

Quella frase andava bene nel 2009, oggi, probabilmente, ha un sapore antico. Naturalmente, né io né Mimmo Rafele potevamo pensare agli sviluppi che il terrorismo avrebbe assunto al tempo dell’Isis. La paura è, effettivamente, un sentimento primordiale, ineludibile, dell’essere umano: ai bambini raccontiamo fiabe terrificanti per insegnare loro l’esistenza dell’elemento numinoso, quella minaccia incombente che tutti finiremo prima o poi per avvertire nel corso dell’esistenza e che affonda radici nella nostra transitorietà. Moriremo tutti, prima o poi, e l’angoscia di morte ci domina. Dobbiamo imparare a conviverci, e usiamo le fiabe per avviare i nostri figli su questo duro sentiero obbligato. Nello stesso tempo, la paura è un formidabile strumento di pressione, potere, governo e ricatto delle coscienze. Chi si ricorda più dell’influenza aviaria, che avrebbe dovuto decimare il genere umano? E chi della mucca pazza? Furono paure reali, concrete, al loro tempo, e incisero sulle nostre abitudini, sul nostro stile di vita, sulla nostra esistenza. Possiamo dunque dire che abbiamo, sì, bisogno della paura, ma che dobbiamo anche imparare a

Tuesday, January 31, 2017

FEBRUARY NEWSLETTER IS OUT NOW!

Dear members and friends,
Happy New Year! Here is our first newsletter for 2017.
We have a SCHOOL OPEN DAY on 1 February, for whoever wants to come and meet us and know more about the school and its courses.
Also, our Colazione alla Dante will on 26 February at the Segafredo Zanetti bar in Mount Eden, where we will also hold our Annual Meeting.
Read more about our news and upcoming events.
Buona lettura!

Newsletter February 2017




Thursday, January 26, 2017

Learn Italian in Auckland! Open Day 2 February 2017

Come and choose the right Italian class for you on Wednesday 1 February for our Open Day. You can also find the Term 1 schedule here.


Friday, January 6, 2017

La Befana is coming to Auckland!


Bring the children to meet la Befana!

Please bring a small gift for your child, clearly marked with their name, so that la Befana can hand out the gifts to the children.
Bring your Picnic too!

Sunday 8 January at 11 AM
Band Rotunda Auckland Domain
Auckland, New Zealand 1010

Cancelled if it rains.

Thursday, December 15, 2016

RIP Alessandro Levi Sandri, Ambasciatore d’Italia in Nuova Zelanda e Territori del Pacifico dal 2011 al 2014


Oggi la lettura di un necrologio dal Corriere della Sera sulla rassegna stampa del Ministero degli Esteri mi ha lasciato rattristato: “il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale esprime profondo cordoglio e si unisce al dolore della famiglia per la scomparsa di Alessandro Levi Sandri”. Ambasciatore d’Italia in Nuova Zelanda e Territori del Pacifico dal 2011 al 2014, Alessandro ci ha lasciati a soli 67 anni.
L’ultimo ricordo di Alessandro e’ legato al suo entusiasmo all’inizio di settembre quando, saputo del mio nuovo incarico, mi parlava del suo periodo qui a Wellington: “vedrai ti troverai benissimo in Nuova Zelanda”. Dal mio arrivo qui ho avuto due conferme. La prima, Alessandro aveva ragione. Mi trovo benissimo, la Nuova Zelanda e’ un Paese meraviglioso. La seconda, che conferma la simpatia e l’affetto che provavo nei confronti di Alessandro. Aveva lasciato qui dietro di se’ un ottimo ricordo in tutti gli ambienti. Unanimi i pareri che ho sentito sulla persona da colleghi stranieri, autorita’ neozelandesi, personale dell’ambasciata e connazionali: intellettuale raffinato e non pretenzioso e uomo buono.
Qualche giorno fa Annibale, l’autista dell’Ambasciata,
mi aveva informato che amici comuni in Italia gli avevano detto che Alessandro era stato ricoverato d’urgenza e versava in condizioni critiche. Oggi la notizia che colpisce come un bastonata.
SIT TIBI TERRA LEVIS
Da un articolo di Barbara Pezzotti una delle magistrali iniziative portate a termine da Alessandro per rinsaldare i legami fra l’Italia e la Nuova Zelanda.
Fabrizio Marcelli
Ambasciatore d'Italia in Nuova Zelanda
Today the reading of an obituary on the press review of the Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation left me deeply saddened: “The Ministry express its condolences and shares the grief of the family for the passing of Alessandro Levi Sandri". Italian Ambassador to New Zealand and Pacific Territories between 2011 and 2014, Alessandro left us when he was just 67.
The last recollection of Alessandro is linked to his enthusiasm at the beginning of September, when he learnt that I was due to come to New Zealand and he told me about his own period in Wellington: You’ll see, you ll’ find yourself very well in New Zealand. Since then I had two confirmations. The first one was that Alessandro was right. I find myself very well here, New Zealand is a wonderful country indeed. The second proves the sympathy and the affection that I felt towards Alessandro. He left here good memories in all milieus. Foreign colleagues, local authorities, embassy’s staff, fellow countrymen are all unanimous in defining him a refined but not pretentious intellectual and a good man.
Some days ago Annibale, the Embassy driver, informed me that common friends in Italy had told him that Alessandro got hospitalized in critical conditions. Today the news that strikes like a blow.
SIT TIBI TERRA LEVIS
From an article published by Barbara Pezzotti, one of the masterful initiatives that Alessandro carried out during his assignment to bond Italy and New Zealand closer.
Fabrizio Marcelli
Ambassador of Italy in New Zealand

Mezzo Soprano Christie Cook and Pianist Claire Cauldwell at Rannoch House


Amazing performance on Sunday 10 December by Mezzo Soprano Christie Cook and Pianist Claire Cauldwell at Rannoch House.🇮🇹🎤🎼Christie spent a year in Treviso studying Italian and bel canto vocal technique. She says: "If you can please Italian audiences singing Italian as a foreign singer, then things are going well!".💃 Well done Christie

Friday, December 9, 2016

Due o tre cose che (forse) non sapevate su Babbo Natale

Traditional Santa Claus5 Tutto è cominciato con mia moglie che mi chiedeva se ricordavo i nomi delle renne di Babbo Natale. “Dasher, Dancer, Prancer, Vixen, Comet…” ha detto, “e poi?” Avevo appena finito di cucinare. Erano le 9.30 di sera. Fuori pioveva. Mia moglie era riuscita ad addormentare nostro figlio dopo due lunghe ore di discussioni, trattative, letture e domande su Babbo Natale. “I nomi delle renne?” ho ripetuto assumendo quella cognizione di causa che tutti i padri devono avere quando si tratta di questioni riguardanti i propri figli. ‘Perché’, stavo pensando, ‘hanno dei nomi?’ Mi ha guardato. Mia

Monday, November 28, 2016

FEBRUARY NEWSLETTER OUT NOW!

Dear members and friends,
Happy New Year! Here is our first newsletter for 2017.
We have a SCHOOL OPEN DAY on 1 February, for whoever wants to come and meet us and know more about the school and its courses.
Also, our Colazione alla Dante will on 26 February at the Segafredo Zanetti bar in Mount Eden, where we will also hold our Annual Meeting.
Read more about our news and upcoming events.
Buona lettura!

Newsletter February 2017


Monday, November 21, 2016

Mercatino di Natale 2016



Visit the Christmas market of the Dante Alighieri Italian Society of Auckland for lunch, and for all your Italian Christmas shopping under one roof: Panettone, Pandoro, Prosecco and other Italian fine foods, plus Italian books, decorations, cards, presents and more!
Mercatino di Natale is a fundraiser for the Dante Alighieri Society School in Auckland.